Neuro psicomotricità

 

 
 
 
 
 
 
 

La neuropsicomotricità è una disciplina che prende in considerazione il bambino nella sua globalità. Non è una ginnastica, non è un’attività strettamente motoria, ma una modalità attraverso la quale il bambino può crescere in maniera armonica, integrando aspetti motori, affettivi, relazionali e cognitivi al fine di strutturare la propria identità.

 

E’ particolarmente adatta per bambini che, presentano uno sviluppo atipico, ma non patologico. Alcuni bambini, per particolari condizioni di nascita, sono maggiormente esposti, al rischio di presentare difficoltà di coordinazione motoria globale, difficoltà nella motricità fine e grossolana, alterazioni dell’equilibrio.

 

Particolarmente adatta anche per la prevenzione dell’iperattività, delle difficoltà relazionali, dell’aggressività/inibizione ed eventuali difficoltà di apprendimento.

 

Precede la terapia di neuropsicomotricità una valutazione individuale che prevede un colloquio preliminare, degli incontri di valutazione, la somministrazione di test e la restituzione a cui segue la terapia personalizzata. 

"Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco che in un anno di conversazione"
(Platone)
Dott.ssa Giulia Berto 
Neuropsicomotricista

Terapista della neuro psicomotricità dell'età evolutiva, laureata con lode presso l'Università degli Studi di Padova nel 2008.

Ha proseguito la sua formazione conseguendo la certificazione di insegnante di massaggio infantile, secondo il metodo AIMI-IAIM ed ha approfondito il metodo H.B. Brazelton, presso il Centro Meyer, Firenze. Si è dedicata all'approfondimento delle tematiche dello sviluppo del bambino pretermine, collaborando con l'Associazione Pulcino e la Terapia intensiva neonatale, presso l'ospedale di Padova.

Ha conseguito la certificazione sull'osservazione neurologica General Movements, di H. Precthl e si è specializzata sugli aspetti di ri-abilitazione dell'età evolutiva con il Master di primo livello: Riabilitazione infantile e metodologia della ricerca diretto dal Prof. A. Ferrari presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e il C.so universitario post-laurea in Tecniche e modalita' neuropsicomotorie, presso l'Università di Padova.

Lavora in ambito preventivo, volto alla promozione dello sviluppo neuro-psicomotorio del bambino, e in ambito ri-abilitativo rispetto patologie neuromotorie, ritardi nello sviluppo; con attenzione agli aspetti riguardanti i disturbi minori del movimento ( es. disprassia, disgrafia e disturbi di integrazione visuo-motoria, impaccio motorio) e neuropsichiatriche  ( disturbi d'attenzione, ipermotricità, ritardo mentale , difficolta' psico-relazionali).

Dal 2011 fa parte dell'equipe multidisciplinare di valutazione e consulenza. Attualmente docente universitario presso il C.so di Laurea in Terapia della neuropsicomotricità dell'età evolutiva di Padova.

Dott.ssa Katia Rossini
Neuropsicomotricista

Laureata in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva, con voto 110/110 e Lode presso l’Università degli Studi di Padova - Facoltà di Medicina e Chirurgia nel Novembre 2009.

La terapia neuropsicomotoria è una forma d'intervento riabilitativo che mira a riorganizzare il giusto equilibrio tra le funzioni motorie, neuropsicomotorie, affettive, cognitive e neuropsicologiche, tramite l’uso privilegiato del movimento corporeo.

Dal 2010 lavora in libera professione occupandosi di bambini dai 2 ai 10 anni con ritardo psicomotorio difficoltà di riconoscimento dello schema corporeo e di lateralizzazione, difficoltà nella sfera affettivo-emotiva, impaccio motorio, disprassia, disturbo di attenzione e iperattività, disgrafia, ritardo mentale, disturbo pervasivo dello sviluppo, autismo e sindrome di Down.

Dal 2012 attua attività neuropsicomotoria educativa di gruppo all’interno di asili nido.

Dal 2014 è responsabile di un progetto di attività neuropsicomotoria individuale in acqua per bambini con disabilità neuromotorie, ritardo cognitivo e/o disturbo pervasivo dello sviluppo.

Dott.ssa Lucrezia Zampieri 
Neuropsicomotricista

Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva. Dopo la laurea, ha maturato la sua esperienza nell’ambito dell’osservazione, della valutazione e del trattamento delle principali disabilità neuromotorie e psicomotorie dell’età evolutiva, presso il Servizio di Neuropsichiatria, Psicologia e Riabilitazione dell’età evolutiva (Ulss 15, Cittadella e Camposampiero). Ha approfondito le sue competenze sulla diagnosi ed il trattamento dei bambini affetti da Disturbi Pervasivi dello Sviluppo, in particolare seguendo i principi del Modello DIR, in collaborazione con l’équipe specialistica del Progetto “Rio Bo”, Centro Specialistico di Secondo Livello, per la Cura, lo Sviluppo e la Crescita dei bambini con Disturbi dello Spettro Autistico (Ulss 15, Cittadella e Camposampiero). Ha contestualmente accresciuto le sue conoscenze nell'ambito della Prematurità, svolgendo una frequenza volontaria presso la Patologia Neonatale dell’Ospedale di Camposampiero.

Promuove progetti di Psicomotricità in ambito preventivo ed educativo presso asili nido, scuole dell’infanzia e scuole primarie delle province di Padova e Treviso.

Presso Cooperativa Crescendo collabora con l’équipe multi professionale per l’elaborazione del progetto terapeutico individualizzato, proponendo percorsi Neuro psicomotori individuali o in piccolo gruppo.

Puoi chiamarci:

 

Crescendo Cooperativa Sociale

Via Giovanni Verga, 1, (Mandriola-Sant'Agostino)

35020 Albignasego PADOVA

 

Registro Imprese di Padova

P.I.  04516470285

049 2022822

345 4520357